TOSSINFEZIONI
Contaminazione
Infezioni
Igiene ambienti
Igiene del personale

CONSERVAZIONE, PREPARAZIONE
DEGLI ALIMENTI
A cura del Dr. Gian Guido Baldini
Specialista in Scienza dell'Alimentazione
ALIMENTI
Classificazione
Conservazione
Preparazione

In base al rischio di contaminaione classifichiamo gli alimenti in:

Conservazione dei cibi.

La temperatura "ambiente" rappresenta l'optimum per la moltiplicazione batterica; per i cibi cotti i valori di temperature più pericolose sono quelle tra i +20°C e +50° C. Quindi, è essenziale mantenere gli alimenti deperibili, sia prima che dopo la cottura, in frigorifero.

Non riporre gli alimenti in frigorifero in contenitori di notevole capienza od in grosse pentole che ostacolano un rapido raffreddamento; il freddo deve raggiungere il prodotto al cuore il più velocemente possibile; i contenitori devono essere preferibilmente di vetro e ricoperti.

Regole generali di comportamento.

  1. Usare acqua potabile;
  2. Mantenere tutte le superfici di lavoro ben pulite;
  3. Lavarsi le mani regolarmente;
  4. Lavare con cura gli alimenti da consumati crudi;
  5. Cuocere bene gli alimenti;
  6. Se possibile, mangiare i cibi cotti entro breve tempo dalla preparazione.
  7. Conservare correttamente i cibi cotti;
  8. Riscaldare completamente i cibi già cotti e conservati;
  9. Non mettere a contatto cibi crudi e cotti.
| HOME | TOP
Alimenti | Principi nutritivi | Diete | Linee guida | Anatomia | Fisiologia | Peso corporeo | Obesità | Normativa | Sicurezza | Links | Vocabolario
Se volete contattarmi inviate una E-mail a sanalimentazione@yahoo.it